Anthem: come funzionano le Roccaforti

Le Roccaforti sono alcune delle attività che possiamo trovare su Anthem, forse le sfide più impegnative del gioco.

Le Roccaforti sono sfide per quattro giocatori che saranno disponibili durante il gioco completando parti della storia. Una volta ottenuto l’accesso, dovrete trovare altri tre giocatori con cui affrontarle. Potrete giocare in compagnia dei vostri amici, oppure con altri utenti casuali grazie al matchmaking.

Portando a termine con successo una Roccaforte guadagnerete diverse ricompense, ma se volete ottenere il bottino migliore dovrete aumentare il livello di difficoltà. Le Roccaforti a livello più difficile daranno bottini più ricchi.


Ci sono sei livelli di difficoltà per le Roccaforti di Anthem:

⁃ Facile

⁃ Normale

⁃ Difficile

⁃ Gran maestro 1

⁃ Gran maestro 2

⁃ Gran maestro 3

Se siete alle prime armi, è meglio scegliere un livello di difficoltà adatto alla vostra esperienza e al vostro equipaggiamento.

Quando il vostro strale diventa più forte, è consigliato aumentare il livello a difficile per continuare ad avanzare. A livello 30 potrete iniziare ad affrontare le difficoltà gran maestro. Il segreto è scegliere il livello di difficoltà più alto che la tua squadra può gestire.

Non solo le difficoltà gran maestro offrono una sfida più interessante (con i nemici che aumentano molto rapidamente), ma sono anche uno dei modi migliori per ottenere gli oggetti che fanno la differenza: mitici o leggendari.

Parte del bottino sarà composto da potenziamenti di vostro gradimento, ma il resto potrebbe essere equipaggiamento di cui non avrete bisogno al momento. In quest’ultimo caso potrete scomporlo per ottenere materiali di lavorazione. I materiali di lavorazione extra possono essere trasformati in consumabili (oggetti che incrementano le tue statistiche a tempo limitato).

I consumabili si sbloccano ai seguenti livelli: Primo – Livello 10

Secondo – Livello 20

Terzo – Livello 30

A livello 30, quando inizierete ad affrontare le attività di end-game, potrete creare fino a tre consumabili ed equipaggiarli prima di entrare in una Roccaforte. La loro forza dipende ovviamente dalla loro rarità, ma anche un consumabile di livello basso può aumentare le vostre capacità offensive o difensive. Nelle roccaforti di livello più alto un piccolo potenziamento può fare la differenza.

Uno degli elementi fondamentali è il gioco di squadra.

Sarà importante capire come funzionano le combo in Anthem perché rendono gli attacchi molto più potenti. Una combo è fatta di due componenti principali: un innesco (spesso un attacco elementale che infligge un effetto di stato al nemico) e un detonatore (il meccanismo che attiva la combo). Le combo di squadra possono essere particolarmente letali e depotenziare efficacemente o distruggere completamente molteplici nemici.

Assicuratevi di riservare le abilità definitive per i boss e per grandi gruppi di nemici, senza sprecarle sui bersagli singoli. Le abilità definitive hanno tempi di recupero relativamente lunghi, quindi evitate di usarle a vuoto. Possono fare la differenza tra il successo e il fallimento in una Roccaforte, specialmente a livelli di difficoltà elevati.

Salvatore Ricca
Ancora nessun voto

Vota!

Salvatore Ricca

Salvatore Ricca

Sono nato nel 1988, originario di Adrano, un paesino del Catanese. Grazie al mio percorso di studi presso l’Accademia Di Belle Arti Di Palermo, in Progettazione&Design ho sempre accolto l'Arte nella mia vita quotidiana, ritenendola una fonte d'ispirazione in grado di mantenermi vivo. La passione per i videogiochi mi accompagna sin da bambino, dall’età di 11 anni, una passione che muta nel tempo, continuamente, verso generi complessi e diversi anche se prediligo il genere Survival/Horror e il genere Fantasy... Quindi potete immaginare che bella infanzia! Cerco sempre l’arte anche attraverso i videogame ponendo attenzione al “termine”. Nel mio mondo un po’ strambo sono presenti il pensiero filosofico di Kandinsky e l’occhio per il particolare di Gustav Klimt! Nella mia vita amo essere una persona con una trasparenza stratificata, perché credo sia l’unico modo per poter vivere sperimentando e imparando ad ogni occasione che si presenta, arricchendosi sempre di qualche strato nuovo in più!

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: