Control vanta un gameplay più profondo

Il gameplay di Control sarà meno “lineare” rispetto ai predecessori.

Questo implica che le ambientazioni saranno più grandi e ci saranno delle missioni secondarie, e che i combattimenti saranno più profondi.

“I precedenti giochi di Remedy tendevano ad essere lineari”, ha spiegato Mikael Kasurinen, game director.


Abbiamo cambiato il nostro obiettivo in modo da avere scenari più complessi con le nostre diverse abilità e potrete scegliere il modo in cui vorrete combattere”.

Da Game Informer, che ha provato il titolo, arrivano dunque le prime impressioni e veniamo a conoscenza che di sensazioni positive.

“Abbiamo trovato che Control ha alcuni dei combattimenti più fluidi e dinamici che abbiamo mai visto da Remedy.

La mappatura dei pulsanti è intuitiva: si preme l’analogico destro per colpire i nemici dall’alto verso il basso dopo una levitazione o switchare rapidamente tra le forme per l’arma di servizio con la pressione di un tasto, in modo da adattarsi al volo.

La levitazione è la cosa più divertente, restituendo la sensazione di nuotare nell’aria”.

 

Che ne dite Remedy ci stupirà ancora?

Per il momento rivediamo il trailer che ci lasciò stupiti alla presentazione del titolo

Salvatore Ricca
Ancora nessun voto

Vota!

Salvatore Ricca

Salvatore Ricca

Sono nato nel 1988, originario di Adrano, un paesino del Catanese. Grazie al mio percorso di studi presso l’Accademia Di Belle Arti Di Palermo, in Progettazione&Design ho sempre accolto l'Arte nella mia vita quotidiana, ritenendola una fonte d'ispirazione in grado di mantenermi vivo. La passione per i videogiochi mi accompagna sin da bambino, dall’età di 11 anni, una passione che muta nel tempo, continuamente, verso generi complessi e diversi anche se prediligo il genere Survival/Horror e il genere Fantasy... Quindi potete immaginare che bella infanzia! Cerco sempre l’arte anche attraverso i videogame ponendo attenzione al “termine”. Nel mio mondo un po’ strambo sono presenti il pensiero filosofico di Kandinsky e l’occhio per il particolare di Gustav Klimt! Nella mia vita amo essere una persona con una trasparenza stratificata, perché credo sia l’unico modo per poter vivere sperimentando e imparando ad ogni occasione che si presenta, arricchendosi sempre di qualche strato nuovo in più!

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: