Death Stranding – Una valanga di notizie sul titolo direttamente da Hideo Kojima e Norman Reedus

Durante il Tribeca Film Festival si è parlato di Death Stranding in compagnia di Norman Reedus e Hideo Kojima.

Sono state svelate informazioni interessanti, come la presenza all’interno del gioco di un’area “speciale” dove sarà possibile interagire in prima persona.

Reedus ha poi svelato la tipologia di gioco spiegando che introdurrà un modo diverso di pensare. “Ho un figlio teenager, ho giocato alcuni dei giochi in cui semplicemente uccidi tutti”. Death Stranding non è così. Ci sono elementi violenti, ma è semplicemente una cosa diversa”.

Kojima Productions fino ad oggi ha sempre focalizzato tutto sull’aspetto cooperativo, che dovrebbe essere parte fondamentale, cosi tanto da coinvolgere l’intera community, forse con un multiplayer asincrono che non è stato ancora spiegato.

Ritornando all’intervista Hideo Kojima, rispondendo a Geoff Keighley di The Game Awards, ha precisato che nel gioco saranno presenti tante lunghe cut-scene, come tradizione per i suoi titoli.


“In Death Stranding metterò ogni aspetto di Norman [Reedus]”, ha spiegato Kojima. “Ci sono tante cut-scene e ci sono tante lunghe cut-scene”.

“Vedrete Norman come Sam nel gioco, e vedrete la sua recitazione nelle cut-scene, e vi piacerà”, ha aggiunto, molto sicuro di se sull’argomento.

Reedus, ha rassicurato circa le qualità del game designer e director giapponese:

“Sarebbe anche un grande regista di film”, ha spiegato, e sottolineando come sia “super collaborativo” ha aggiunto che è “un artista onesto”.

“Durante le registrazioni, Norman mi dà tante idee”, ha risposto Kojima.

Tutti pensano che io sia un perfezionista ma non è così. Mi piace che succedano tante cose dal vivo. Voglio davvero una collaborazione.
Noi siamo sicuri che ne vedremo delle belle ma chissà quanto ancora dovremo aspettare.

Vota!
[I voti: 0 Media dei voti: 0]

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: