Un’incantevole Mulan della cosplayer Jenny Brighenti!

Mulan è la protagonista del film omonimo, una ragazza molto forte e determinata, il film d’animazione Disney uscì al cinema nel lontano 1998 ed è ispirato alla leggenda cinese di Hua Mulan.

La cosplayer Jenny Brighenti la interpreta con il suo costume davvero fedele all’originale e molto curato nei dettagli.

Mulan – Ph: Davide Melegari



La storia di Mulan è drammatica, ella è l’unica figlia e quindi l’unica erede femmina della sua famiglia e purtroppo il suo popolo viene invaso dagli Unni.

Solo i componenti maschi delle famiglie sono chiamati ad arruolarsi per difendere la Cina, così grazie al suo coraggio ed altruismo Mulan si sacrifica e va a combattere, fingendosi uomo per risparmiare suo padre che è invalido.

Il costume di Jenny Brighenti è veramente raffinato, elegante e fiabesco ed insieme al make-up le dona proprio l’aspetto della protagonista del famoso film d’animazione.


Da un altro universo invece la vediamo anche nelle vesti della lottatrice Tanya dal brutale videogioco Mortal Kombat e merita attenzione anche un costume davvero singolare tra quelli di Jenny e cioè quello di Gaara dall’universo di Naruto, un cosplay molto appariscente ed unico.

Tanya, Mortal Kombat universe
Gaara, Naruto universe – Ph: Andrea Donati



Ed ora parliamo proprio con Jenny per saperne molto di più.

Ciao Jenny complimenti per il tuo cosplay di Mulan, è veramente incantevole! Cosa ti piace di più della sua storia e del suo significato e ti immedesimi anche nel personaggio?

Innanzitutto grazie mille per il complimento! Mulan è una ragazza forte e coraggiosa disposta a fare qualunque cosa pur di rendere fieri i suoi genitori. Quando gli Unni invadono la Cina, per salvare la vita del padre, Mulan decide di arruolarsi nell’esercito travestendosi da uomo, nonostante i rischi che intercorrono in questa scelta, e nel momento più critico, riesce a restare lucida e a guidare l’esercito cinese verso la sconfitta degli invasori.

Mulan – Ph: Davide Melegari

Credo che Mulan sia un ottimo esempio di vita perchè partendo da un senso di smarrimento iniziale è riuscita a creare da sola il suo posto all’interno della società e a rendere fieri tutti coloro che sono importanti per lei. Inoltre è la prova che con un po’ di perseveranza e di coraggio, chiunque può raggiungere l’obiettivo che si é prefissato, qualsiasi siano gli ostacoli da affrontare.

Riesco ad immedesimarmi abbastanza nel personaggio perché mi ritengo una persona determinata e decisa.

Di tutt’altro genere invece la tua Tanya da Mortal Kombat, ci parli anche di questo cosplay e di quando hai interpretato per la prima volta questo personaggio?

Tanya è una degli antagonisti della serie di videogiochi Mortal Kombat. Presentasi inizialmente come un’innocente, si rivelerà nel corso degli eventi per ciò che è realmente: una traditrice al servizio di uno dei più importanti nemici della saga. Furba e manipolatrice, Tanya è sempre sicura delle sue decisioni, anche se spesso non sono delle più nobili, ed è disposta a tutto pur di raggiungere i suoi scopi.

Tanya, Mortal Kombat universe

Ho portato per la prima volta questo cosplay al Festival del Fumetto in occasione dell’incontro tra la Deadly Cosplay Alliance (il gruppo cosplay di Mortal Kombat a cui appartengo) e la Mortal Kombat Tuscany (il gruppo cosplay di Mortal Kombat della Toscana). É stata un’esperienza meravigliosa perchè è stata l’occasione in cui ho incontrato nuovi amici con i quali condividere le stesse passioni e perchè tutti insieme abbiamo potuto creare un bellissimo raduno a tema Mortal Kombat.

Un altro costume invece veramente strano ed appariscente è quello di Gaara dal mondo di Naruto, ci spieghi di più e di come è stato realizzato?

Gaara è uno dei miei personaggi preferiti degli anime perchè è molto profondo e ha una crescita psicologica toccante. Costretto a portare dentro di sè lo spirito del demone tasso della sabbia, è sempre stato allontanato ed evitato da tutti i suoi compaesani. Crescendo in questo stato di solitudine e di odio, accresciuto dal tentativo del padre di ucciderlo, inizia a imporsi come unica sua ragione di vita il ferire e uccidere le altre persone finché Naruto, il protagonista della serie, gli offrirà la sua amicizia e lo aiuterà a diventare una persona non più guidata dall’odio.

Ho creato questo cosplay con l’aiuto di mia madre per l’edizione del Magico Mondo del Cosplay di un paio di anni fa. Non è stato facile creare il costume, ma la giara sulla schiena, fatta interamente di cartapesta, è stato il lavoro che ha richiesto più tempo. In seguito ho migliorato il cosplay portando la versione “Half Shukaku” ovvero posseduta per metà dal demone tasso. In quest’occasione al costume originale si aggiungono la maschera, modellata con il Das, che copre mezzo volto e il braccio demoniaco, creato su una base di cartone con il poliuretano espanso.

Hai già delle nuove idee in mente che ci vuoi svelare ed altri personaggi che ami?

Ovviamente ho già svariate idee in lista per i miei prossimi cosplay, ma sarà una sorpresa.

L’unico indizio che vi posso fornire è che uno dei miei prossimi personaggi riguarderà una delle passioni che ho fin da bambina: la danza.

Gaara, Naruto universe
Cappuccetto Rosso – Ph: Curcia Cosplayer

Altre foto di Jenny Brighenti a questo link clicca qui

Immagine in copertina di Marco Tosi

Vota!
[I voti: 0 Media dei voti: 0]

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: