Do it Nerd intervista Angelo Porazzi: “Storie di un Angelo (e di altri Angeli)”

Oggi un’intervista a una persona veramente speciale, abbiamo con noi Angelo Porazzi, autore di giochi da tavolo ma anche scrittore ed ex giocatore di football americano.

Un personaggio dalle tante vite e dai tanti talenti che ha saputo creare il suo mondo che piace tanto a noi nerd.

Porazzi è davvero unico con la sua maglietta numero 14 che lo rende inconfondibile, la maglietta da giocatore di football americano, Angelo ha giocato per i Pythons Milano tra il 1984 e il 1987.

La sua carriera continua poi anche nel mondo dei giochi da tavolo con nomi che sono diventati famosi in questo campo, Warangel è il gioco che lo rappresenta di più, dal 1986 in poi inizia questa avventura nell’universo fantasy di Warangel, un gioco ideato proprio da lui che ha anche ricevuto diversi premi.

Altri sono anche i giochi da tavolo pubblicati nel tempo, tutti con lo stile unico di Angelo, e successivamente Porazzi pubblica anche alcuni libri autobiografici.

Ma ora è arrivato il momento di parlare proprio con lui per scoprire molto di più sulla sua carriera.

Ciao Angelo, ci racconti di te e di come hai iniziato la tua lunga carriera nel mondo dei giochi da tavolo e non solo?

Ciao Ivan e un saluto ai lettori di Do it Nerd.

Se siete qui a leggere quel che vi racconta un vecchietto come me, devo ringraziarvi a prescindere:)

Vediamo un po’ di rispondere alle tue domande: “come inizia la mia lunga carriera nel mondo dei giochi da tavolo e non solo…” Come rispondo nelle tantissime interviste che mi avete fatto in 26 anni di lavoro in questo “mondo dei giochi”, ogni mio gioco, ogni mio libro, nasce dai Disegni.

Vi allego il primissimo Disegno che non ho fatto “per lavoro”, ai tempi ero solo grafico pubblicitario. Quella Valchiria su Dragone è del 1986. La pubblicazione del mio primo gioco, professionale, è del 1996. Ovvero 10 anni dopo quel disegno a cui ne seguirono tantissimi altri, tutti raccolti nel primo gioco a “Ricordare Disegni”…

Prima nascono i Disegni, poi nascono i miei Giochi o i Libri. Dopo il 1o Gioco sono arrivate 3 Figlie, cresciute letteralmente giocando con loro. Perciò ogni mio gioco seguente al primo, è stato ideato e playtestato con loro tre. E con la moltitudine di giocatori da tutta Italia e da tutto il mondo che mi trovano alle varie fiere nazionali ed internazionali:)

Warangel, è questo il tuo gioco più significativo e che ti rappresenta, cosa vorresti dire a chi piacerebbe scoprirlo per la prima volta?

Come scritto sopra è stato è resta il primo, estremamente evoluto rispetto al 1996, quando uscì in edicola come opera a fascicoli. Ora ha la sua scatola base con gli storici Insetti e Aquile, stampati e tagliati al laser con una precisione e qualità dei materiali che 26 anni fa nemmeno si poteva sognare.

Uno dei motivi per cui fu premiato 1o “Miglior Gioco Italiano” nella antidiluviana LuccaComics&Games 2000… (pare ieri) è che non devi sconfiggere l’armata blu o sterminare i rossi o i gialli… In Warangel, per vincere, bisogna… “fermare la guerra”.

Un messaggio che è sempre valido, quando nacque il gioco ed ora più che mai.

Avete 120 razze tutte illustrate a mano tra cui potete scegliere le vostre preferite ed ampliare la vostra Scatola Base. E 120 Mappe illustrate a mano di tutta la Terra. Per conoscerla, amarla. Per ConoscerCi, AmarCi.

Molti giocatori vedono la Mappa dove ho disegnato la valle del Nilo e scelgono gli Egizi; altri vedono il Tibet e scelgono i Mistici… è un gioco dove la scelta e i Ricordi di chi eravamo, sono fondamentali per “sentire” la propria razza con cui vogliamo fermare la guerra.

Per conoscere chi è diverso da noi, senza aver più paura “degli altri”.

Per conoscere Warangel, avete tantissimi “ponti”:

– il Canale YouTube “Angelo Porazzi Illustrations” con i Video dei tantissimi Disegni di questo gioco.

– Il sito www.warangel.it

– Circa 30 fiere l’anno da 26 anni che mi ospitano dove potete venire a conoscere il gioco e me.

– Il Servizio “Warangel a domicilio” dove mi invitate a casa vostra e si gioca insieme, anche a regioni o nazioni di distanza: funziona alla grande e sono nate amicizie eccezionali, visitando gli Stati Uniti, o il Gargano, o Verona, o Roma… Il Gioco diventa un “Ponte” per Conoscersi e-o Ri Conoscersi tra Persone.

Tu non sei solo autore di giochi da tavolo ma sei anche uno scrittore, ci parli anche di questo lato di te?

Disegnare è una cosa, Scrivere è un altro eccezionale strumento che abbiamo per Ri Leggerci, anche ad anni di distanza. In un Disegno o in uno Scritto, noi cristallizziamo ciò che siamo in quel momento. Rivedere un tuo Vecchio Disegno, o Gioco, o Libro è uno strumento di auto conoscenza davvero impressionante. Ti permette di Vederti da fuori, anche fuori dal tempo.

Felicissimo che il mio ultimo Libro “Storie di un Angelo (e di altri Angeli)” sia andato esaurito in meno di un anno: tornato da 4 giorni come ospite della mia 14a Romics Roma non ne avevo più una copia ma ora a pochi giorni di distanza è già ristampato. La stampa digitale è fantastica, sia per i Giochi, sia per i Libri.

E adesso una domanda che piace molto a noi di Do it Nerd, tu quanto sei un nerd?

Oh, beh, quando trovo i vecchietti come me (anche se alle fiere le Mamme mi danno tuttora “38 massimo 40 anni”) è bello ricordare insieme le serie UFO con il comandante Straker e gli intercettori di Base Luna… O la serie di Gundam… Incontri ravvicinati del 3o tipo, Excalibur, Matrix… Guerre Stellari e Conan sono stati i primi Fumetti che ho disegnato… sono tutti Film che mi sono arrivati dritti al cuore.

Con tre figlie sono sempre aggiornato sulle serie attuali, belle, per carità, ma quando ricordo i primissimi film Disney come la Spada nella Roccia o Pomi d’Ottone e Manici di Scopa… beh, capisco che quella era poesia pura. Yoda animato dalla mano di Frank Oz è milioni di anni superiore ai tentativi di farlo in CGI:) A tal proposito Strepitoso il primo DragonHeart e Avatar.

E poi con tutte queste Fiere e questa Bella Gente appassionata come me, come faccio a non Essere Felice?:)

E per il futuro, c’è qualche altro progetto che avresti sempre voluto realizzare o un sogno nel cassetto?

Certo: la Vita è tutta Immaginare cosa Vuoi Fare:) Cosa vuoi Essere:) Il prossimo libro in stampa ora è “La Volontà di Essere un Angelo”. E va di fila all’ultimo gioco di carte “AsteroiDino!” dove con la nostra Immaginazione possiamo distruggere tutto con gli asteroidi… o Evolvere tutto… fino all’Uomo… e oltre:) La sua copertina è questo Disegno, questo “Angelo” che non Re Agisce più alla guerra (mi attaccano-attacco) ma che Agisce.

Su se stesso, sulla Terra, sul suo Mondo, Creandolo come lo Vuole lui-lei. Come vedete è una Unione Uomo Donna. Ovvero il Graal che possiamo Essere Tutti.

Il prossimo Viaggio in Galilea ispirerà sicuramente il prossimo Libro che ho già in mente:)

Hai detto bene, hai scelto perfettamente le tue parole Ivan; “Volere – Realizzare – Sogni”.

Come diceva quel signore là, il Buddha, 400 anni prima di Cristo:

Retto Pensiero – Retta Parola – Retta Azione

Con la nostra Immaginazione, con la Volontà, possiamo Fare Tutto. Lo diceva anche John Lennon:)

Vota!
[I voti: 1 Media dei voti: 5]

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: